Ghana

 

Gli interventi nella Zona Tradizionale di Wli (municipio di Hohoe, regione Volta del Ghana) sono iniziati nel 2010, con l’avvio di una collaborazione tra Voci Vicine Voci Lontane (VVVL) e The Truth Project (TTP) per un progetto sperimentale di micro-credito per le donne del villaggio.

Nel 2014 è stata avviata la realizzazione di una struttura multifunzionale che fungesse da ufficio, da centro di formazione e da punto di riferimento per la comunità.

Nel 2017 ha avuto inizio la collaborazione tra Les Cultures, VVVL e TTP che ha portato, nel 2018/2019, al progetto Rompere la catena, finanziato dalla Tavola Valdese.

Nell’ambito di questo progetto è stata terminata e arredata la struttura multifunzionale, sono stati organizzati percorsi di formazione su contabilità, business planning e tenuta del libro cassa che hanno coinvolto 55 donne e 5 uomini ed è stato avviato un servizio strutturato di erogazione di microcredito e di mentoring per donne che volevano avviare attività auto-imprenditoriali o rafforzare delle attività esistenti.

Grazie a un nuovo finanziamento della Tavola Valdese, nel 2020 ha preso il via Rompere la catena – Atto II. Empowerment femminile per lo sviluppo di Wli. In continuità con le attività svolte nel biennio precedente, l’obiettivo è di contribuire a migliorare le condizioni socio-economiche delle donne di Wli, dei loro figli e delle loro famiglie attraverso percorsi di formazione professionale e di supporto ad attività micro-imprenditoriali. In particolare, il progetto mira a creare le condizioni per consentire alle donne di sfruttare al meglio le opportunità legate alla crescita turistica dell’area.

Ecco le testimonianze di alcune beneficiare:

“Innanzitutto son grata per questo sostegno economico, senza non sarei stata in grado di avviare la mia attività. La situazione economica locale non è delle migliori al momento, ma sto ottenendo guadagni marginali.”

“Grazie al credito con basso tasso di interesse sono in grado di espandere la mia attività. Voglio pagare il mio debito per tempo in modo da poter chiedere altro credito per un’ulteriore espansione”.